La strana voce di Ruby parte civile contro Berlusconi

di Alessandro Avico
Pubblicato il 4 Aprile 2011 17:04 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2011 20:59

Ruby

MILANO – Una strana e poco plausibile voce è stata rilanciata lunedì pomeriggio da alcune agenzie di stampa. Secondo alcune indiscrezioni Ruby “rubacuori”, o meglio gli avvocati della giovane marocchina, sarebbero pronti a costituirsi parte civile nel processo che vede imputato il premier Silvio Berlusconi per i reati di concussione e prostituzione minorile. Il processo avrà inizio mercoledì prossimo.

Una voce strana e poco plausibile perchè da sempre Ruby non si è mai dichiarata parte civile, come ha sempre ricordato lo stesso Berluscuni, e questo cambiamento di rotta stravolgerebbe l’intero corso del processo, inguaiando ulteriormente la posizione del premier.

Ruby parte civile vorrebbe infatti dire che la giovane si sente vittima del reato di prostituzione minorile da parte del premier, cosa che finora lei non ha mai detto o lasciato trapelare.

“Sull’ipotesi di costituzione di Ruby come parte civile nel processo a carico di Silvio Berlusconi, la decisione verrà presa soltanto martedì nel tardo pomeriggio e verrà formalizzata in aula mercoledì, alla prima udienza del processo”. E’ quanto ha fatto sapere l’avvocato Paola Boccardi, che assiste la giovane marocchina.