Ruby cambia ancora avvocato, "linea non condivisa"

Pubblicato il 16 Luglio 2011 17:11 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2011 17:21

MILANO, 16 LUG – Karima El Mahroug, in arte Ruby Rubacuori, per l’ennesima volta cambia avvocato. La giovane marocchina, parte offesa nel processo a carico di Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile, ha lasciato l’avvocato Egidio Verzini, che la assisteva da alcune settimane, ed e’ tornata a farsi rappresentare dal suo precedente legale, l’avvocato Paola Boccardi.

A comunicare la ‘rottura’ e’ lo stesso avvocato Verzini, del Foro di Verona, il quale spiega che ”non essendo state condivise dalla cliente le impostazioni e le modalita’ difensive proposte e’ venuto meno il rapporto di fiducia con conseguente interruzione del mandato”. Ruby, ha aggiunto il legale, ”si e’ quindi rivolta nuovamente alla collega Paola Boccardi”.

La marocchina alcune settimane fa, dopo l’inizio del processo al premier, aveva lasciato proprio l’avvocato Boccardi, del foro di Milano, e si era rivolta a Verzini. E in precedenza la ragazza era stata assistita anche da Luca Giuliante e poi da Massimo Dinoia. Nelle ultime udienze del processo al premier e in quelle del procedimento a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti, l’avvocato Verzini, a chi gli chiedeva se Ruby si sarebbe costituita parte civile per chiedere i danni, aveva sempre risposto con dei ”vedremo, stiamo valutando”. E proprio per comunicare alcune novita’ sulla ”strategia processuale”, il legale e la ragazza avevano organizzato una conferenza stampa che avrebbe dovuto tenersi a Illasi (Verona), venerdi’ prossimo 22 luglio. Conferenza che, a questo punto, non si terra’ piu’.