Caso Ruby: nelle foto non c’è Berlusconi. Si vede il letto di Arcore sfatto e Barbara Guerra ‘poliziotta’

Pubblicato il 14 Marzo 2011 9:55 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2011 9:55

Ruby

ROMA – Nelle foto estratte da telefonini, computer e macchine fotografiche delle ragazze dell’Olgettina, non c’è Silvio Berlusconi. E’ quanto scrive ‘Il Corriere della Sera’ secondo cui nei 2 faldoni e nei 42 cd-dvd degli atti dell’indagine sul caso Ruby ci sono centinaia di foto ma nessuna così rilevante per le indagini. Secondo ‘Il Corriere’ sono solo 29 le foto che hanno attirato l’attenzione dei pm perché confermano passaggi delle indagini, ad esempio la presenza ad Arcore (già provata) di alcune delle donne. Ci sarebbero ad esempio nove scatti fatti da Barbara Guerra che ritrarrebbero una camera di Villa San Martino con un letto sfatto e ritratti del premier.

Il fatto che diverse foto fossero contenute nei cellulari, ha permesso agli investigatori di incrociare i dati delle intercettazioni con quelli del momento esatto con cui sono state scattate le istantanee in questione. E si è potuto dunque risalire a momenti in cui le ragazze si trovavano presumibilmente ad Arcore con Berlusconi. E’ così allora che si ipotizza che le foto scattate da Barbara risalgano al “giorno 24/10/2010 — scrive la Polizia — alle ore 4.44” quando l’iPhone della ragazza aggancia la cella telefonica vicina a Villa San Martino e sei minuti dopo scatta la prima foto. In cui si vede un letto rifatto e si notano su una libreria due vecchie foto incorniciate di Silvio Berlusconi. La memoria dello stesso apparecchio contiene anche un’autoscatto (non è precisato dove è stato fatto) della Guerra che indossa una succinta divisa con scritto “police” e tiene in mano un paio di manette.

Poi ancora, scrive ‘Il Corriere della Sera’, il 6 dicembre 2010, ore 1.29 di notte, è stata scattata la foto (anche in questo caso non si sa dove) che ritrae tre ragazze, due delle quali sembra stiano per baciarsi: Ruby ha parlato di effusioni saffiche tra le protagoniste dei dopocena. Ci sono poi immagini di una festa in casa di Lele Mora il 6 marzo 2010, indagato con Nicole Minetti ed Emilio Fede (presente nell’abitazione con alcune dell’Olgettina) per favoreggiamento della prostituzione, anche minorile. Qui l’incrocio dei dati ha permesso la localizzazione. Gli ultimi scatti riguardano il parco di Villa San Martino. Si vedono i giardini fioriti e la piscina. Gli investigatori sono andati su internet e hanno scaricato da Google earth le foto satellitari dell’abitazione. Da alcuni particolari, come una recinzione, concludono che si tratta di «scorci pertinenti alla residenza di Arcore» eseguiti «il 23 agosto 2010 tra le ore 14.51 e 14.53» con l’Iphone 4 di Concetta De Vivo, che le intercettazioni danno ad Arcore per le cene del 22 e del 24 agosto.

Per il resto ci sono foto personali delle ragazze: una che si riprende parti intime, un’altra che si fotografa nuda sotto la doccia e davanti allo speccio, un’altra conserva un video girato con un uomo, un’altra ancora le foto del ragazzo e della nipotina.