Giulietti e Vita chiedono le dimissioni di Masi dopo la telefonata a Annozero

Pubblicato il 27 Gennaio 2011 22:05 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2011 22:05

”La telefonata del direttore generale Mauro Masi ad Annozero è uno degli spettacoli più squallidi e più gravi a cui abbiamo mai assistito. Masi si è travestito da berluschino, peraltro con un’imitazione di quart’ordine, e ha deciso di molestare i milioni di cittadini che hanno scelto di vedere la trasmissione di Santoro di questa sera”. Lo affermano in una nota il portavoce di Articolo 21 Giuseppe Giulietti e il senatore Pd Vincenzo Vita.

”Le autorità di garanzia – continuano Giulietti e Vita in una nota – hanno il dovere di intervenire e di chiedere l’immediata rimozione del direttore generale e di quanti altri stanno tentando di imbavagliare la libera espressione e quello che non piace al premier. Non si tratta solo e soltanto di solidarizzare con Santoro e la sua trasmissione, ma di presidiare l’Articolo21 della costituzione. Noi stessi procederemo nelle prossime ore alle dovute denunce. Un ringraziamento infine a Santoro e a quei giornalisti che nelle reti pubbliche e private hanno respinto e stanno respingendo questo tipo di assalti”.