Ruby, Iris Berardi: “Quelle di Roma sanno che non siamo unite”

Pubblicato il 6 Marzo 2011 11:56 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2011 21:18

MILANO – Anche ”quelle di Roma hanno detto cavolo noi pensavamo che voi di Milano eravate più unite rispetto a noi ma invece voi non siete unite per un c…”. Così Iris Berardi, la diciannovenne brasiliana che avrebbe partecipato alle feste nelle residenze del premier anche quando era minorenne, in una telefonata del 9 gennaio scorso, agli atti della richiesta di processo per Silvio Berlusconi, descrive la ‘rivalità’ che serpeggia tra le ospiti alle serate di Arcore.

”Si ammazzerebbero tra di loro”, spiega Iris al telefono con Aris Espinosa, in una intercettazione che l’ANSA ha potuto consultare. La giovane modella, stando agli accertamenti degli investigatori, sarebbe stata presente ad una festa a Villa San Martino il 13 dicembre 2009, quando non aveva ancora 18 anni, e, nel novembre dello stesso anno, anche a Villa Certosa.

Stando alle sue parole, anche ”quelle di Roma” si sarebbero accorte delle divisioni interne nel ‘fronte’ delle ragazze di Arcore. Iris, tra le altre cose, commenta con Aris il comportamento di un’altra ragazza di cui non fa il nome: ”Comunque mi sta troppo sui c…. (…) io le ho detto no perché sai lui fa la ce.. fa 4 sere però in..in.. però magari la prima sera ti ha già fatto un piccolo regalo non pensare che se vai là tre sere… per tre sere ti fa degli altri regali perché non è così”.

E Aris replica: ”Ma sai quello che mi da fastidio amo’, che mò pretende la casa della Madonna. Oh, ma chi ti credi di essere!”. La Berardi, parlando sempre della ragazza: ”No infatti sei l’ultima arrivata devi solo dir grazie che (sei, ndr) tornata li che lui non ti voleva neanche più (…) lui ti può dare anche un milione di euro e a me mi può dare mille euro e allora, mica mi incazzo con te”.

[gmap]