Ruby, a breve la notifica degli atti ai legali di Berlusconi

Pubblicato il 15 Febbraio 2011 22:11 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2011 22:14

Ruby

MILANO – Nelle prossime ore, probabilmente già a partire da mercoledì 16 febbraio, verranno notificati ai legali del premier e alla parti offese il decreto del gip di Milano Cristina Di Censo, che ha disposto il processo per Silvio Berlusconi, e gli atti della richiesta di giudizio immediato formulata dai pm milanesi che indagano sul caso Ruby.

Prima che le ‘carte’ giungano alle parti, infatti,è necessario attendere i ‘tempi tecnici’ per effettuare le copie di tutti gli atti. I primi a ricevere le 782 pagine della richiesta di processo e le 30 circa del decreto del gip saranno i difensori del premier.

Le stesse ‘carte’ le avranno poi a disposizione anche le parti offese, ossia Ruby, il Ministero dell’Interno e i tre funzionari della Questura. Il totale ammonta a circa 8 mila pagine fotocopiate.

Nelle 782 pagine della richiesta di giudizio immediato, oltre alle 616 pagine già  inviate dalla Procura alla Camera, ci sono anche i cinque verbali di interrogatorio di Ruby e, in particolare, quello del 3 agosto nel quale la giovane marocchina, a quanto si è appreso, entra nel merito delle presunte feste ad Arcore.

Poi ci sono i verbali di ‘sommarie informazioni testimoniali’, tra cui anche quelli di alcuni parenti della giovane marocchina. E in piu’ il verbale di interrogatorio di Nicole Minetti e alcune intercettazioni mai rese note, nelle quali Emilio Fede e Lele Mora farebbero riferimento all’organizzazione delle feste.

E poi, a quanto si e’ saputo, nelle ‘carte’ ci sono anche altre intercettazioni di telefonate tra Fede e alcune ragazze ospiti ad Arcore. Infine, sempre da quanto si e’ saputo, la difesa di Berlusconi ha gia’ chiesto alla Procura di poter fare copia degli altri atti presenti nel fascicolo a carico del premier.