Ruby. 80. T.M: “Sto male, ho capito subito che qualcosa non andava”

Pubblicato il 29 Gennaio 2011 16:59 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2011 16:59

Il 21 settembre, alle dieci di sera, T.M. parla al telefono con un altro conoscente e, in sintesi, ribadisce il resoconto della serata trascorsa ad Arcore.

T.M io sto proprio male… facevo fatica a guardare la TV.. leggere il giornale….sai quel mal di teste quando hai la febbre .. ma non ho la febbre….sto andando avanti a merendine..

M. R. : a parte questo ?…

T.M: va be secondo me un po’ traumatizzata lo sono., in realtà.

M. R. : sicuramente.. sì probabilmente non ti aspettavi… tutto ciò..

T.M: no..no.

M.R.: forse ti immaginavi in parte..ma…

T.M: più’ ascolti questi che parlano., ti giuro., ho anche pensato… bo…. pero’… non ho voglia di mettermi nelle grane…nelle peste…proprio per niente…. infondo io ero una persona con un cellulare…assolutamente libera..quindi non mi sento nemmeno di tradire… un…capito..(le voci si sovrappongono)..

M.R.: si.. si., certo..

T.M: io non ho giurato niente e nessuno mi ha chiesto di giurare..cioè., anche dal mio punto di vista., quindi devo essere sincera e dire evidentemente…c’è la massima fiducia…

M.R.: ecco., quello si., devi cercare di dimenticare..e considerarla proprio una cosa…uh…

T.M: anche a me tutto sommato… no io non …a parte che io dal primo secondo in cui ho subito capito che c’era qualcosa che non andava…ho fatto fatica a fissare occhi negli occhi le persone che c’erano..

M.R.: ah., ok.

T.M: erano tre .. import….tre e basta…tre contro 25 cioè non è che erano… tre che conosco e due o tre che non so..  no…no… ti dico io mi sono presa male….per questo tipo di equilibrio che era assolutamente sfasato … perché se una come .. che si presenta dando del Lei..e salutando con i dovuti..titoli e ponendosi in maniera educata..poi si chiude in camera ..e tu… perché la ritieni carina…o ti piace….fai quello che devi far e., sono fatti tuoi….ma tu che abbassi a fare. ..il culetto. (incomprensibile)

T.M: ma tu che ti abbassi a fare una toccata di culo a una che non sa neanche chi sei.. che glie l’hanno dovuto spiegato prima…che ti da del tu e ti chiama amore mio…cosi…come se fossimo tutti fratelli…. ma alle medie che mi ponevo cosi

M.R.: ah. ok.

T.M: per me quello è stato tristissimo….ma ..ma., proprio angosciante…

Monica ah. tutto cosi..

T.M: no., ma guarda., a parte per esempio., perché li ti gin un nano secondo…che effettivamente sono una persona diversa…. io ero imbarazzata…per camerieri…che comunque…

M.R.: quelli che c’erano intorno…

T.M: l’atteggiamento del maggiordomo., in mezzo… Monica a questo troiaio..