Intercettazioni-Ruby, Zanda (Pd): “Fatti disgustosi da accertare in dibattimento”

Pubblicato il 13 Aprile 2011 20:01 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2011 20:01

ROMA – Il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda interviene sulle intercettazioni del Ruby-gate pubblicate dai giornali: “Compare oggi su alcuni grandi quotidiani il resoconto degli interrogatori resi alla Procura di Milano da due giovani donne su una cena che si sarebbe svolta ad Arcore a casa e in presenza del presidente Berlusconi. I fatti vanno accertati, ma così come sono stati riportati fanno emergere episodi disgustosi di vera e propria depravazione. Per il decoro delle istituzioni e il buon nome della Repubblica Italiana, è assolutamente necessario che su questi episodi venga fatta al più presto in dibattimento un’opera di verità, non essendo certamente sufficienti, di fronte a due testimonianze concordanti, le generiche smentite degli avvocati di parte”.