Salvini contro la droga, “agenti davanti a ogni scuola”. Ne servono 80mila al giorno: dove li trova?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 giugno 2018 14:01 | Ultimo aggiornamento: 23 giugno 2018 0:49
Salvini, "agenti davanti a ogni scuola contro lo spaccio". Ne servono 80mila al giorno: dove li trova?

Salvini, “agenti davanti a ogni scuola contro lo spaccio”. Ne servono 80mila al giorno: dove li trova?

ROMA – In autunno, alla ripresa dell’anno scolastico, il ministro dell’Interno Salvini promette e assicura ci saranno agenti delle forze dell’ordine davanti a ogni scuola per stroncare sul nascere lo spaccio di droga. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Guerra dura e tolleranza zero, quindi, contro gli stupefacenti che minacciano di rovinare l’esistenza dei giovani. Diciamo due agenti, due poliziotti o due carabinieri, se capiamo bene, davanti a ogni istituto scolastico, sarebbe un deterrente formidabile e uno straordinario strumento di repressione.

E un successo per il cosiddetto “governo del cambiamento” alieno a ogni mediazione, che fa quello che dice e non perde tempo con la cantilena della prevenzione, dell’ascolto ecc… Qualche domanda si impone. Non c’è discussione su alcune cifre: 40mila sono le scuole in Italia, considerati due agenti per scuola fa ottantamila agenti. Salvini dove li trova 80mila agenti al giorno? Ha in mente un eccezionale sforzo finanziario di reclutamento di giovani leve? Dirotterà migliaia di agenti dai servizi abituali e se sì quali ambiti di sicurezza lascerà scoperti? Come finanzierà il suddetto sforzo, chiederà i soldi all’Europa?