Salvini-Berlusconi, cena di 3 ore: “Mandiamo a casa Renzi. Alfano non pervenuto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2015 1:44 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2015 1:44
Salvini-Berlusconi, cena di 3 ore: "Mandiamo a casa Renzi. Alfano non pervenuto"

Salvini-Berlusconi, cena di 3 ore: “Mandiamo a casa Renzi. Alfano non pervenuto”

ARCORE – “Mandiamo a casa Renzi. Alfano non pervenuto“. Così il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, sintetizza l’incontro avuto martedì sera ad Arcore con Silvio Berlusconi. Una cena di quasi tre ore durante la quale, racconta, si è parlato di “cose concrete: tasse, lavoro, sicurezza, immigrazione, Europa, punti su cui concordiamo”.

Già nel tardo pomeriggio, dai microfoni di Radio Padana, Salvini aveva detto di recarsi a casa dall’ex premier tenendo “gli occhi ben aperti” e con l’obiettivo di verificare “se con Berlusconi si potrà fare un percorso comune insieme, altrimenti amici come prima”.

Per Salvini i primi frutti di questa ritrovata intesa poggiano su “un lavoro alternativo a quello che stanno facendo Renzi e Alfano, che sono degli incapaci. Il problema dell’Italia è Renzi”, per cui “chiunque ci dà una mano a mandarlo a casa è il benvenuto”.

5 x 1000

E a chi gli domandava se l’Ncd di Angelino Alfano fosse stato fatto fuori dai giochi per un Centrodestra capace di rappresentare una alternativa a Renzi, Salvini ha liquidato la questione con una battuta: “Alfano? Non pervenuto”.