Salvini: “Caro Conte, non è il caso di eliminare l’autocertificazione?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 9:05 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 11:35
Salvini, Ansa

Salvini: “Caro Conte, non è il caso di eliminare l’autocertificazione?” (foto Ansa)

ROMA – “Oggi chiederò al presidente Conte, dopo 50 giorni di chiusura, burocrazia e multe, non è il caso di dare fiducia agli italiani ed eliminare l’autocertificazione?”.

A dirlo è il leader della Lega Matteo Salvini, in collegamento con Telelombardia, dopo aver passato la notte al Senato.

“Gli italiani – dice Salvini – hanno la testa, smettila con l’autocertificazione, lasciamo che polizia e carabinieri tornino al loro sacrosanto lavoro di lotta al crimine e fidiamoci degli italiani”.

“Noi siamo in Parlamento anche per questo, perché ormai i decreti i cittadini non li scoprono in gazzetta ufficiale ma in tv il sabato sera”.

Ora, continua Salvini, “sono a casa a farmi una doccia ma alle 9 riprendiamo i lavori sul documento di economia e finanza. Vogliamo chiedere al governo di essere più veloce. Noi vogliamo che alle parole seguano i fatti, non pretendiamo miracoli”.

“Permettere alla gente di uscire e lavorare con cautela mi sembra doveroso”.

“Se – continua ancora Salvini – qualcuno continuerà a tenere in casa la gente e impedire di lavorare e di guadagnare, sarà un problema sociale enorme”.

“Giorgia Meloni ha parlato di una iniziativa non concordata? Spero che oggi, visto che andremo avanti ancora con questa protesta pacifica e costruttiva e leggeremo le voci dei cittadini, tutto il centrodestra si unisca”.

“Le porte del Parlamento sono aperte a tutti, giorno e notte – conclude – poi io non vado a commentare quando altri fanno protesta e manifestazioni”. (Fonte: Ansa, Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).