Salvini super ministro dell’economia, Conte gli ha fatto pagare l’invasione di campo?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Luglio 2019 20:33 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2019 20:33
Matteo Salvini super ministro dell'economia, Conte gli ha fatto pagare l'invasione di campo?

Salvini e Conte in una foto di repertorio Ansa

ROMA – Salvini facente funzione di superministro dell’economia, nel pieno dello scandalo dell’oro di Mosca, manterrà l’impegno preso per lunedì 15 giugno, convocando presso il ministero dell’Interno, una sterminata platea di imprenditori e sindacalisti sul tema crescita dell’Italia?

Qualcuno se lo chiede, mentre dal Pd chiedono che Salvini si dimetta e dal primo ministro Giuseppe Conte è partito un siluro contro lo stesso Salvini che potrebbe essere stato motivato anche da una certa stizza per l’invasione di campo.

L’invito di Salvini era del seguente tenore:

“La Signoria Vostra è invitata a partecipare il 15 luglio p.v., a partire dalle ore 10, alla giornata di ascolto, confronto e proposta con le parti sociali sulla crescita del Paese». L’incontro «si terrà, su iniziativa del vicepresidente del consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini, a Roma, presso il palazzo del Viminale”.

A quanto riferito da Lorenzo Salvia sul Corriere della Sera, i convocati ci sono 43 fra organizzazioni sindacali e imprenditoriali e rappresentanti dei professionisti. Nel dicembre 2018 Salvini aveva riunito, per parlare di lavoro e rilancio dell’economia, 15 sigle, tutte dalla parte delle imprese. 

“Stavolta, invece, si tratta di un incontro allargato a tutte le parti sociali. Proprio come si usava ai tempi della concertazione, quando però le riunioni si facevano nella storica Sala Verde di Palazzo Chigi e a guidarle era il presidente del consiglio. 

Nella Sala del Consiglio del ministero dell’Interno sono state preparate un centinaio di sedie: 10 per la delegazione del ministero, le altre per gli invitati. La delegazione più numerosa dovrebbe essere quella di Confindustria, che parteciperà con il presidente Vincenzo Boccia e il presidente dei Giovani imprenditori Alessio Rossi. 

All’ordine del giorno ci dovrebbe essere la prossima legge di Bilancio, “cosa che nei giorni scorsi ha dato fastidio al presidente del consiglio Giuseppe Conte, che ha ricordato a Salvini che la manovra economica si deve discutere “nelle sedi istituzionali”.

“Ma è probabile che la discussione finisca anche su alcuni casi difficili che il governo ha tra le mani. E qui potrebbe essere l’altro vicepremier, Luigi Di Maio, a sentirsi scavalcato, visto che buona parte di quei dossier sono sul suo tavolo”.

Ma, nelle ore di vigilia, domenica sera, molti si chiedono: con che faccia si presenterà Salvini? Come se la caverà? Come verrà, e se verrà, fuori, da questo difficile passaggio della storia della Lega?