Salvini, nuova sfida alla Ue: “Pronti a superare il 3% del deficit”. E lo spread sale a 280 punti

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 maggio 2019 22:02 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019 22:07
salvini sfida la ue

Salvini sfida la Ue: “Pronti a superare il 3% del deficit”. E lo spread sale a 280 punti (foto Ansa)

VERONA – “Se servirà infrangere alcuni limiti del 3% o del 130-140%, tiriamo dritti. Fino a che la disoccupazione non sarà dimezzata in Italia, fino a che non arriveremo al 5% di disoccupazione spenderemo tutto quello che dovremo spendere”.

A dirlo è Matteo Salvini, a margine dell’inaugurazione della sede di Cassa Depositi e Prestiti a Verona. “Se qualcuno a Bruxelles si lamenta ce ne faremo una ragione” ha aggiunto Salvini. “È fondamentale che gli italiani ci diano una mano a cambiare questa Europa”.

Il leader leghista ha proseguito parlando di Europa: “Senza coperture finanziarie preventive, in Ue non si sposta neppure una penna sul tavolo. Se devo trovare prima le coperture, non faccio niente. Prima faccio, poi godo dei frutti. Bisogna avere coraggio e visione del futuro”.

Il concetto, il leader della Lega lo ha ribadito poi a Porta a Porta: “Superare il 3%? Non si può, si deve. È mio dovere superare i vincoli europei se affamano le famiglie italiane. Il limite delle 3% è l’ultima delle mie preoccupazioni”.

Di Maio: “Sforare il 3 per cento solo in accordo con la Commissione europea

Alle parole di Salvini risponde Di Maio. Ospite a DiMartedì, il leader M5s spiega: “Penso che piuttosto che annunciare lo sforamento del 3 per cento bisogna stabilire un metodo di lavoro. Si può anche parlare del 3 per cento ma sapere come arriviamo a quel punto. L’Italia ha 300 mld di euro di evasione fiscale, bisogna contrastare gli sprechi ma sempre con un dialogo con la Commissione europea, senno ricominciamo quello che è successo a dicembre. Lo so io, lo sa lui, lo sanno tutti”. 

Spread sale a 280 punti base 

Lo spread tra Btp e Bund, martedì 14 maggio chiude a 280 punti base, dopo aver toccato un massimo di seduta di 283 punti base, contro 277 della chiusura di ieri, lunedì 13 maggio. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,72%. L’aumento, secondo tutti gli osservatori, è stato provocato dalle parole di Salvini.

Zingaretti, a proposito delle parole di Salvini, su Twitter scrive: “Mentre straparlano e litigano lo spread schizza a 281 punti. Se continua così non avranno più i soldi per pagare i servizi come scuola e sanità. Tutti in campo per mandarli a casa e salvare l’Italia”.

Anche Anna Ascani, Vicepresidente del Pd, su Twitter commenta le parole di Salvini: “Salvini vuole sforare il 3%? Lo ha già fatto: secondo le stime Ue nel 2020 arriveremo al 3,5% grazie al disastro di questi 11 mesi targati M5s-Lega. Deficit oltre i limiti, spread alle e e #crescitaZERO: ecco il capolavoro di Salvini e Di Maio. Pagano gli italiani, purtroppo”.

Fonte: Ansa