Salvini su tortura: “Prendo un delinquente, se cade e si fa male, c…zi suoi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2015 16:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2015 19:36
Salvini su tortura: "Prendo un delinquente, se cade e si fa male, c...zi suoi"

Matteo Salvini

ROMA – “Le forze dell’ordine devono poter fare il loro lavoro. Se qualcuno si fa male, affari suoi”: Matteo Salvini va ad occupare un’altra casella della campagna elettorale permanente. Si schiera contro il reato di tortura e in una manifestazione a Palazzo Chigi insieme al sindacato della polizia penitenziaria Sap (di destra), aggiunge: “Se devo prendere per il collo un delinquente lo prendo, se cade e si sbuccia un ginocchio cazzi suoi. Idiozie come questa legge espongono le forze dell’ordine al ricatto dei delinquenti”.

Salvini ha aderito alla manifestazione indetta dalla Polizia per dire no al disegno di legge in discussione in Parlamento che introduce il reato di tortura, recependo così la sentenza della Corte europea dei diritti umani di Strasburgo sul massacro alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.