Sanità, Scopelliti: “Sul deficit calabrese grave responsabilità di Loiero”

Pubblicato il 14 maggio 2010 18:54 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2010 19:29

Giuseppe Scopelliti

“Il problema vero è che se la Giunta Loiero avesse rispettato il piano di rientro dal deficit della sanità concordato a dicembre, la Calabria sicuramente sarebbe rientrata tra quelle regioni che si erano adeguate all’iter concordato al Tavolo Massicci. Così non è stato e quindi oggi paghiamo questa grave irresponsabilità. Adesso c’é soltanto da lavorare per garantire alla Calabria nel tempo una sanità nuova e di qualità”. Lo dice, in una dichiarazione all’ANSA, il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. “Sono stanco, da calabrese – aggiunge – di registrare questo tipo di trattamento nei confronti della mia terra, perché non lo merita. Adesso bisogna dare una risposta non più alle lobby che si sono servite della sanità in Calabria, ma al cittadino, anche se in questa fase corriamo rischio di continuare a gravare sul cittadino”.

“Non è tollerabile – afferma ancora il presidente Scopelliti – che Kpmg, dopo che da così tanto tempo ha avuto il compito di quantificare il deficit, non sia ancora arrivata ad una soluzione. E l’altro ieri, nel corso della riunione del Tavolo della sanità alla Regione, l’ho fatto presente con determinazione ai responsabili della società. Se ci sono inadempienze da parte dei direttori generali e da chi ha vario titolo ha avuto responsabilità per questa situazione che si è creata, io devo esserne informato. Non può esistere la pratica dello scaricabarile. Anche perché mi pare di capire che Kpmg sia stata pagata profumatamente con i soldi dei calabresi”. “Adesso – sostiene ancora Scopelliti – dobbiamo lavorare tutti per raggiungere l’obiettivo del rientro dal deficit e creare una sanità attenta ai bisogni della nostra gente”. Secondo Scopelliti, “il Governo, che in questa fase ha manifestato questa rigidità nei confronti delle Regioni, sono convinto che saprà apprezzare invece l’azione di inversione di tendenza che noi metteremo in campo. E già un risultato importante rispetto al recente passato, che io abbia incontrato tre volte il Ministro della Sanità in poche settimane. Questo rapporto col Governo va consolidato in modo da coinvolgere anche l’esecutivo nel gioco di squadra che va messo in atto. Ed è anche importante che il Governo segua costantemente le azioni che metteremo in campo”. “Il deficit, che purtroppo nel 2009 si è incrementato – conclude il presidente della Regione Calabria – è frutto della politica scellerata messa in campo dal Governo regionale di centrosinistra, fatta di assunzioni clientelari e di interventi assistenziali”.