Tagli alla sanità, sindaco del napoletano presta la sua auto blu per trasportare il sangue

Pubblicato il 21 luglio 2010 17:15 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2010 17:22

Il sindaco di Quarto, Sauro Secone

Mancano veicolo e autista per trasportare il sangue, e il sindaco risolve il problema mettendo a disposizione la propria auto blu, unica in dotazione nel piccolo Comune di Quarto (Napoli).

Grazie all’iniziativa del primo cittadino, Sauro Secone, la Asl Napoli 2 può ora assicurare il trasporto dei prelievi di sangue dal Distretto sanitario di Quarto al laboratorio dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. In questo modo è stato evitato il blocco del servizio.

Il direttore del distretto, Gaetano Orlando, aveva annunciato la sospensione del servizio per “l’impossibilità di assicurare il trasporto dei prelievi di sangue dal punto prelievi di Quarto al laboratorio centrale ospedaliero per mancanza di autisti del Distretto sanitario numero 38”.

Allo stesso tempo il direttore sanitario aveva chiesto al Comune flegreo un autista munito di mezzo per accompagnare un dipendente del Distretto presso l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in attesa che la direzione strategica aziendale risolvesse il disservizio.

L’appello lanciato da Gaetano Orlando è stato raccolto immediatamente dal sindaco Secone, tra l’altro nella vita professionale medico di base. Da questa mattina è stato assicurato il primo trasporto consentendo la continuità del servizio.

”E’ un servizio importante per i cittadini di Quarto, per questo motivo – afferma il sindaco Secone – ho convocato d’urgenza una giunta comunale per deliberare di mettere a disposizione gratuitamente all’Asl l’auto di servizio del sindaco, con l’autista. Assicurato così il trasporto delle provette di sangue. Garantiremo il servizio fino al prossimo 30 settembre”.

”Questo è l’effetto della politica dei tagli alla spesa sociale ed alla sanità – riflette Secone – imposti dal Governo nazionale e dalle Regioni. Siamo ben lieti, comunque, di mettere a disposizione dei cittadini di Quarto l’auto blu”.