Santanchè: “Berlusconi dà lavoro a migliaia di donne”

Pubblicato il 9 Febbraio 2011 9:46 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2011 9:59

Daniela Santanchè

ROMA – Berlusconi ”ama le donne”, le migliaia a cui dà lavoro fra ”laureate, mamme, professioniste vere”. Lo dice il sottosegretario Daniela Santanchè, in un’intervista al Giornale in cui contesta la manifestazione in programma domenica per la difesa della dignità della donna: ”Ruby e le altre sono frutto delle battaglie che proprio loro fecero nel ’68. Il corpo usato come un bancomat è il risultato di quelle battaglie”.

”Ho contato a quante donne Berlusconi dà lavoro”, spiega Santanchè, ”Mediaset: al 31 dicembre 2010 c’erano 4500 dipendenti, di cui 2600 donne. Fa il 43 per cento del totale”, ”Mondadori: al 31 dicembre 2009 su 3700 dipendenti, oltre 1600 erano donne, il 43 percento”. ”La dignità – sottolinea – sta nell’autonomia e nell’indipendenza economica. E Berlusconi le donne le mette in condizione di lavorare”.

”Chi ha rivendicato il divorzio, l’aborto, la pillola del giorno dopo, la libertà sessuale? – prosegue – Ora che la società è questa, loro dovrebbero festeggiare e noi donne di destra essere in lutto”. ”Io l’ho detto a Berlusconi che bisogna ritrovare una dimensione più intima dell’amore”; ”la punta più avanzata della modernità è tornare indietro nel tempo: alla fedeltà, al senso del pudore. Anche perché altrimenti si rischia di trasformare il Paese in un enorme Truman Show”.