Le Sardine si spaccano dopo la foto con Luciano Benetton. Santori: “E’ stato un errore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 8:58 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 8:58
Sardine, Ansa

Le Sardine si spaccano dopo la foto con Luciano Benetton. Santori: “E’ stato un errore” (foto Ansa)

ROMA – Le Sardine si spaccano dopo la foto che ritrae i fondatori del movimento tra cui Mattia Santori con Luciano Benetton e Oliviero Toscani, Foto scattate in un centro culturale (Fabrica) creato proprio da Luciano Benetton e diretto da Oliviero Toscani.

“L’incontro, pur fortuito e occasionale, con Luciano Benetton – scrive per esempio Jasmine Cristallo, esponente calabrese delle Sardine – si è prestato a manipolazioni e strumentali interpretazioni nel momento in cui la credibilità del gruppo veneto è giustamente sotto la generale valutazione, magistratura e governo compresi”.

“Nell’immediatezza del dopo elezioni – continua – c’era da attendersi una riflessione collettiva per promuovere fattori di comunità nei territori, proseguire l’azione dal basso e incalzare la sinistra e il centro sinistra nella loro complessità. È l’avvio di questa pratica che ancora di più ci porta a dire quanto #sbagliato e #improprio sia stato l’incontro con Benetton”.

La risposta di Mattia Santori.

“La foto con Benetton? È stata un’ingenuità – risponde Mattia Santori – perché ha offerto un assist a tutti quelli che non vedevano l’ora di screditarci. È stato un errore, prima o poi doveva capitare. Ma anche chi ci apprezza deve capire che non siamo infallibili”.

“Io – spiega –  non ho nemmeno parlato con l’imprenditore. E a tavola mi avevano riservato un posto vicino a lui ma ho preferito rimanere in mezzo ai ragazzi. Noi quattro siamo andati a titolo personale, non in quanto rappresentanti delle Sardine. Capisco che altri non lo avrebbero fatto”.

Lorenzo Donnoli, portavoce nazionale del movimento, è tra questi. “La malafede sta in chi guarda quell’immagine e la strumentalizza. I ragazzi avranno peccato di leggerezza ma nessuno può pensare che le Sardine stiano con i poteri forti”. La botta è arrivata ed ha fatto male. “Ma ci è utile — interviene ancora Santori — ci mostra quali sono gli argomenti che si usano contro di noi. Non hanno ancora capito come farci davvero la guerra”.

Fonte: Il Corriere della Sera, Ansa.