Savona e la mail del 23 maggio: “Mattarella non ha capito che il popolo si è ribellato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 maggio 2018 12:49 | Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2018 12:49
Savona e la mail del 23 maggio: "Mattarella non ha capito che il popolo si è ribellato"

Savona e la mail del 23 maggio: “Mattarella non ha capito che il popolo si è ribellato”

ROMA – “Il mio silenzio sdegnoso li offende più di una risposta”. La mail di Paolo Savona, scovata dal Corriere della Sera, porta la data del 23 maggio.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,-Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] È un botta e risposta privato che passa dall’indirizzo di posta elettronica del professore. “Mattarella non ha capito che ormai il popolo si è ribellato e deve dare una risposta…”.

Quando tutto sembrava pronto per un ritorno alle urne, addirittura già a fine luglio, a sorpresa è sbucata fuori dal nulla una nuova possibilità di dar vita al governo M5S-Lega. Manca un ultimo, decisivo passaggio, però: la risposta di Salvini alla proposta di Di Maio di aggirare l’ostacolo Savona dirottando l’economista verso un altro ministero di peso, scegliendo invece una figura con le stesse caratteristiche, ma meno esposto sul fronte euroscettico.

È proprio sul sito Scenari economici che, il 5 ottobre del 2015, Savona aveva spiegato con ottanta tavole quel “piano B” che avrebbe portato l’Italia fuori dall’Eurozona. Consigliando “segretezza e non divulgazione” per evitare fughe di capitali, il crollo di piazza Affari, la crescita dello spread e, soprattutto, “grandi e rapidi ritiri dalle banche del Paese”, il professore suggeriva di attuare il piano con una sorta di blitz il venerdì sera, ovviamente a Borse chiuse, per poi reintrodurre la lira il lunedì successivo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other