Scajola: "Non staccerò la spina al governo, ma appare in difficoltà"

Pubblicato il 21 ottobre 2011 16:52 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 19:12

ROMA, 21 OTT – ''Questa crisi richiede una risposta adeguata, forte, ovvero l'esatto contrario di quello che assai spesso viene percepito, un governo in grave difficolta'''. E' quanto scrive Claudio Scajola, in un editoriale che sara' pubblicato a breve sul sito della sua fondazione in cui l'ex ministro sottolinea l'esigenza di ''allargare la maggioranza'' pur ribadendo che l'ipotesi che lui ''stacchi la spina'' del governo ''non e' mai esistita e non esiste''.

''In questi giorni – scrive Scajola nell'anticipazione dell'editoriale che sara' a breve pubblicato sul sito della 'Fondazione Cristoforo Colombo' – mi sono chiesto più volte: un mio elettore, un elettore del Popolo della libertà, un cittadino che ha affidato la propria fiducia alla coalizione di centro destra nel 2008, cosa avrà capito delle prese di posizione che ho manifestato nei giorni scorsi? Sono riuscito a trasmettere le mie reali convinzioni? Ho provato a spiegare al mio amico Silvio Berlusconi quanto ascolto e vedo da tempo in Parlamento e nel Paese. Percepisco una situazione per certi versi drammatica, certamente la più difficile e la più grave della storia repubblicana''.

''Ecco – prosegue l'ex ministro – , questa crisi richiede una risposta adeguata, forte, ovvero l'esatto contrario di quello che assai spesso viene percepito, un governo in grave difficoltà. Da qui la mia richiesta di perseguire un allargamento della maggioranza: ce lo chiedono gli elettori, che desiderano vedere i moderati uniti, ce lo chiede il buonsenso, ce lo impone la necessità di assumere scelte coraggiose per il rilancio dell'Italia. Cos'altro ho chiesto? Interpretando una domanda che si leva dalla società ho chiesto un rinnovato protagonismo dei cattolici e della loro sensibilità all'interno del Pdl. Un rapporto rinnovato con i nostri militanti e simpatizzanti. Un 'patto' capace di infondere nuovo coraggio e forza dei nostri elettori''.

''Tutto qui. Le semplificazioni giornalistiche, la voglia di creare scandalo, i disegni interessati di qualcuno, hanno rappresentato uno 'Scajola pronto a staccare la spina al Governo, pronto a far cadere Berlusconi' che non è mai esistito e non esiste. Ma non rinuncerò però neppure – conclude Scajola – ad esprimere le mie opinioni, per il bene del PDL, del Governo, e soprattutto dell'Italia''.