Scilipoti: “Io sarei il maiale? E quelli che vanno nell’Udc?”

Pubblicato il 8 Novembre 2011 11:45 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2011 12:08

Domenico Scilipoti (Lapresse)

ROMA – “E io sarei il maiale? No, dico: io sarei il maialeee?”, queste le parole di Domenico Scilipoti del Movimento di responsabilità. Nell’intervista al Corriere della Sera  l’onorevole Scilipoti si sfoga: “Mi hanno insultato come fossi il peggior essere schifoso di questo Paese, capitooo? Mi hanno deriso, aggredito, minacciato di morte…”.

“Uff… Uff… Mi si rivolta lo stomaco dalla rabbia…”, ha poi detto Scilipoti al giornalista. “Lo zimbello di tutti sono diventato… Cammino, e sento la gente che sghignazza. Sto in macchina, e mi fanno pernacchie… Per non parlare di quelli dei centri sociali, che mi danno la caccia con i bastoni…”. L’onorevole furioso ha poi chiesto, davanti al “mi dispiace” del giornalista: “Le dispiace? Non me ne importa niente che le dispiace: adesso deve spiegarmi cosa direte voi giornalisti di questi qui, come li definite questi miei colleghi che saltano giù dalla nave berlusconiana?”.

“Io? Io cosa? Io, lo scorso 14 dicembre, lasciai l’Italia dei Valori per sostenere Berlusconi, certo. C’era un governo in difficoltà, feci un ragionamento politico, magari era giusto, magari era sbagliato, comunque feci un ragionamento… Ma questi?Questi che tradiscono il premier buttandosi nelle braccia di Casini, che sta lì, a lanciare ciambelle di salvataggio? Questi che ragionamento hanno fatto?”, ha poi detto Scilipoti.