Scontri a Roma, il ragazzo col giubbotto marrone con la pala, le manette e il manganello: è un infiltrato?

Pubblicato il 15 Dicembre 2010 14:52 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2010 18:21

Nelle ultime ore corre in Rete un sospetto, avallato anche dalla senatrice del Pd Anna Finocchiaro: a Roma, negli incidenti con la polizia delle manifestazioni di ieri, ci sarebbero stati diversi infiltrati della polizia.

Su Facebook sorge addirittura un gruppo che invita a segnalare la presenza di infiltrati.

Le foto sono state pubblicate, con tanto di didascalia esplicativa, dal sito Abruzzo 24 Ore Tv e mostrano un manifestante con il giubbotto marrone prima con una pala, poi con il manganello in mano.

La foto che desta più sospetti è proprio quest’ultima: l’uomo ha un manganello in mano, il volto coperto da una sciarpa e delle manette. Come può un manifestante portare in mano le manette?

Inoltre come può un manifestante non essere minimamente preso di mira dai poliziotti quando in mano ha un manganello pronto ad essere brandito? Possibile che nessuno gli dica nulla, che nessuno gli tolga il manganello? Eppure i poliziotti sono lì.

Altre foto le pubblica il sito on line de La Stampa. La persona “sospetta” era infatti presente durante l’aggressione al finanziere con la pistola: