Scontri a Roma, Bossi: “Pd e Idv da tempo evocano il morto”

Pubblicato il 18 ottobre 2011 16:25 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 16:33

ROMA, 18 OTT – ”Il Pd e Di Pietro continuano a parlare del morto da mesi e per poco non veniva il morto. Sentiamo che idea ha Maroni e poi ragioniamo ma così non va bene per nessuno”: lo ha detto il leader della Lega Nord Umberto Bossi, riferendosi agli incidenti scoppiati durante la manifestazione degli Indignati sabato 15 ottobre.

”Ma quale legge Reale, erano delinquenti”, ha aggiunto il ministro per le Riforme.

Parlando delle contestazioni al congresso leghista di Varese, B ossi ha detto: ”An aveva messo dentro” la Lega ”un po’ di gente. Il segretario provinciale, che ho mandato via, aveva dato la tessera a un po’ di gente di An e la base ha chiesto di farli andare via. Qualcuno ha preso quattro sganassoni perché aveva il braccio teso”.

Riguardo alle prese di posizione dei cattolici riuniti a Todi, Bossi ha detto: ”lo dicono da mesi che Berlusconi deve fare un passo indietro”. Ma alla domanda se Berlusconi debba davvero fare un passo indietro, il senatur ha risposto: ”Chiedetelo a lui”.