Scontri a Roma, Vendola: “Patto con Casarini? E’ diffamazione”

Pubblicato il 19 ottobre 2011 10:21 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 10:21

Nichi Vendola (Foto LaPresse)

ROMA – ”Siamo di fronte ad un fenomeno particolarmente inquietante che non va sottovalutato. Si tratta della scesa in campo di una raggruppamento paramilitare che si sta organizzando in tutta Italia”. E’ quanto afferma il leader di Sinistra Ecologia e Libertè, Nichi Vendola, in un’intervista al Corriere della Sera.

”I nostri servizi di intelligence hanno dimostrato un’incredibile incapacità di capire – aggiunge – ciò che succede nelle viscere della società e di fare attività di prevenzione”.

Quanto alle accuse di alleanze tra Luca Casarini e Vendola, in cambio di un posto in Parlamento, il governatore replica che ”questi teppisti usano anche gli strumenti della peggiore politica come la diffamazione nei confronti di chi si sottrae alla violenza. E’ chiaro che la diffamazione nei confronti di Casarini e degli altri, accusati di trattare posti dei parlamentari con me è un giochino di palazzo che è assolutamente speculare alla violenza di piazza”.

Infine, per Vendola, non bisogna rispondere ai teppisti con leggi emergenziali perchè si finirebbe ”per giocare la partita sul loro terreno” e così facendo verrebbero legittimati.