Scuola, niente taglio di 150€ ai prof: Cdm conferma dietrofront

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2014 13:12 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2014 13:12
Scuola, niente taglio di 150€ ai prof: Cdm conferma dietrofront

Maria Chiara Carrozza (Foto Lapresse)

ROMA – Niente taglio di 150 euro sugli stipendi dei prof. Gli insegnanti che hanno già percepito gli scatti stipendiali nel 2013 non subiranno alcuna trattenuta in busta paga. E’ quanto previsto nella bozza di decreto “sugli automatismi stipendiali del personale scuola” approvata in Consiglio dei ministri.

Il dietrofront, già annunciato nei giorni scorsi, pone fine alla questione che aveva fatto litigare il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza col ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni.

A darne notizia è l’agenzia di stampa Public Policy, che è in possesso del documento approvato:

La bozza di decreto è composta da due articoli. “Non sono adottati – si legge nell’articolo 1 – i provvedimenti di recupero dei pagamenti già effettuati del 1° gennaio 2013 in esecuzione di un’acquisizione di una nuova classe stipendiale”.

Quindi i 90mila insegnanti che hanno percepito lo scatto automatico dello stipendio, previsto dal contratto di lavoro in base agli anni di anzianità, non dovranno restituire 150 euro lordi al mese a partire da gennaio 2014.