Sea Watch, Cecile Kyenge: “L’Italia vuole lo sbarco di queste persone. Salvini disumano”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2019 13:10 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2019 13:10
Sea Watch, Cecile Kyenge: "L'Italia vuole lo sbarco di queste persone. Salvini disumano"

Sea Watch, Cecile Kyenge: “L’Italia vuole lo sbarco di queste persone. Salvini disumano” (Foto Ansa)

ROMA – “Qui a Siracusa c’è lo spirito di tutta l’Italia. Dall’altra parte c’è una minoranza a cui ogni tanto piace alzare la voce. Se secondo me tutta l’Italia vuole lo sbarco di queste persone. Dovrebbero sbarcare subito, toccare terra, ricevere le cure necessarie, e poi discutere per vedere come redistribuire le persone”. Lo dice l’europarlamentare del Pd Cecile Kyenge a La Zanzara su Radio 24. “Salvini – dice la Kyenge – prende decisioni disumane sulla pelle delle persone. Si guardi allo specchio la mattina, e si giudichi secondo la sua coscienza. Le persone non possono esser lasciate così. Prima di tutto bisogna salvare le persone. Quelli sono dei naufraghi. E Salvini e Di Maio stanno infrangendo la legge e la costituzione”.

“Io – dice ancora – su quella nave ci andrei anche a dormire. Incatenarsi? Può essere un’idea. Prima di tutto bisogna salvare le vite umane. Non si chiudono le frontiere, noi dobbiamo camminare a testa alta, sfidando gli altri stati”.

Quanti fratelli ha lei in Congo?: “Veramente i miei fratelli e le mie sorelle sono un po’ sparsi per il mondo. Ma che c’entrano con la nave? Ne ho 38. Non è una cosa strana. Lo dico chiaramente senza vergognarmi. Se la mia famiglia è questa, lo devo dire. Quelli di mia madre sono nove. Poi mio padre ha fatto figli con altre donne”.

Se volessero venire in Italia dovremmo accoglierli tutti: “E perché no? Con 38 posti l’Italia va in tilt?“. Ma in Italia non può venire tutta l’Africa: “Questo è populismo. Ho sentito anche Briatore che dice le stesse cose. Sono discorsi di una follia estrema. Scendere su quel terreno significa solo aumentare discorsi populisti”. Di quanti immigrati abbiamo bisogno?: “Nei prossimi 30-40 anni l’Europa avrà bisogno di almeno 50 milioni di immigrati, minimo. Alcuni territori devono essere rigenerati. Quei territori devono vivere, l’economia deve andare avanti. Bisogna saper guardare oggi al domani. Quindi dico 50 milioni…minimo”.