facebook

Il Secolo d’Italia difende Fini dal Giornale e dal Tg1: “Assedio in stile Fort Apache”

Contro il presidente della Camera Gianfranco Fini e i finiani ”sembra esserci uno scenario da assedio a Fort Apache da parte dei berlusconiani, e non solo quelli che fanno politica”. Così Il Secolo d’Italia ha commentato la ”campagna mediatica”, che sarebbe partita dai giornali di Berlusconi, nell’articolo di prima pagina dal titolo ”All’armi siam feltristi”.

Ribadendo che la notizia delle indagini della magistratura sull’ormai celebre appartamento di Montecarlo in cui vivrebbe il fratello della compagna di Fini ”è senz’altro” positiva visto che almeno a fare chiarezza saranno i giudici e non ”i giornali di Berlusconi”, il quotidiano ricorda come il fascicolo alla Procura di Roma sia stato aperto grazie all’esposto presentato da due esponenti de ”La Destra”: Roberto Buonasorte e Marco Di Andrea.

Nell’articolo, firmato da Luca Maurelli, si fa anche un’attenta analisi della ”campagna mediatica” cominciata con il ”Giornale” di Feltri, avvertendo di come anche il Tg1 si sia ormai schierato contro Fini inserendo la dichiarazione del neo-capogruppo di Futuro e Libertà, Benedetto Dalla Vedova, nella parte del “panino” (in gergo si definisce così la preparazione di un servizio Tv in cui vengono messe in apertura e chiusura le dichiarazioni filo-governative e in mezzo quelle degli oppositori) in cui si raccontava il punto di vista delle opposizioni.

E alla protesta di Dalla Vedova contro la scelta editoriale nella quale si ipotizzava ”una maliziosa svista”, gli sarebbe stato risposto dalla direzione delle testata che no, non c’era stata proprio ”nessuna svista”. Insomma, il riconoscimento dei finiani come se ormai facessero parte dell’opposizione era proprio voluto.

A dimostrazione di questo attacco mediatico che sarebbe stato orchestrato dai berlusconiani, Il Secolo riporta la frase del leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini secondo il quale starebbe emergendo contro Fini e i suoi un vero e proprio ”squadrismo intimidatorio”.

To Top