Augurò la “sedia elettrica per Salvini” FOTO: l’assessora Valentina Pavan si dimette

Pubblicato il 15 settembre 2018 9:35 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2018 9:35

VENEZIA – “Sei fortunato che la sedia elettrica è stata abolita, signor ministro”. Il commento era apparso sotto ad un video postato su Facebook da Matteo Salvini. A scriverlo era stata nei giorni scorsi Valentina Pavan, assessore all’Istruzione di San Stino di Livenza, in provincia di Venezia.

La donna, esponente di una lista civica in una giunta di centrosinistra, aveva subito rimosso il messaggio che nel frattempo era diventato virale. Sulla vicenda era entrato anche Matteo Cappelletto, sindaco della cittadina, provando così a metterci una pezza: “Mi pare si stia montando un caso sul nulla. Un commento fuori luogo sicuramente, ma che nulla ha a che vedere con il lavoro e l’impegno dell’assessore. Se ci si appiglia su questo significa che a San Stino problemi più gravi non ce ne sono e la Lega non sa dove parare…”

Nelle ultime ore però, il caso della Pavan è montato così tanto che la donna ha deciso di dimettersi. In una lettera recapitata al primo cittadino, la Pavan ha scritto: “Ritengo doveroso questo gesto per rispetto delle Istituzioni che in questo momento sono chiamata a rappresentare. Come ho già avuto modo di dire, il mio commento è stato un errore, del quale mi scuso nuovamente ma che in alcun modo voleva essere una minaccia o un invito alla violenza. Sentimenti che non mi appartengono e dai quali mi dissocio nella maniera più assoluta”.

La lettera la riporta Il Gazzettino. L’ex assessora aggiunge: “In coerenza con questo modo di essere, ritengo che dimettermi sia la soluzione migliore perché, quando un rappresentante delle Istituzioni sbaglia deve assumersi la responsabilità di scelte anche forti proprio per garantire un clima di serenità al lavoro quotidiano dell’Amministrazione e di rappresentanza della collettività”.

Augurò la "sedia elettrica per Salvini" FOTO: l'assessora Valentina Pavan si dimette

Il post di Valentina Pavan