Senato: l’ostruzionismo blocca la prescrizione breve

Pubblicato il 19 ottobre 2011 17:00 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 1:11

ROMA – Al Senato l’ostruzionismo blocca la prescrizione breve. Il presidente della commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli ha annunciato: ”Ho accantonato il ddl sulla prescrizione breve, ora se ne occupi la conferenza dei capigruppo”.

”E’ una situazione insostenibile – ha detto e non intendo procedere oltre con l’esame di questo provvedimento paralizzato dall’ostruzionismo visto che anche oggi pomeriggio abbiamo esaminato un solo emendamento dei 150 presentati dalle opposizioni”. Cosi’ Berselli spiega la decisione di ”riporre nel cassetto” la prescrizione breve.

”A questo punto – ribadisce Berselli – la maggioranza in sede di capigruppo dovrebbe chiederne la calendarizzazione per l’Aula senza mandato al relatore”. Al momento si attende che il Pdl chieda la convocazione d’urgenza della conferenza dei capigruppo per vedere quando inserire nei lavori d’Aula questo ddl che e’ considerato dalle opposizioni un’altra ”legge ad personam” per risolvere le vicende giudiziarie del presidente del Consiglio.

Il senatore dell’Idv, Luigi Li Gotti, osserva pero’ che ”gia’ da giovedi’ il Parlamento e’ in sessione di bilancio e questo provvedimento contiene degli oneri finanziari e quindi non puo’ essere esaminato ora”.