Senato, altri tagli: risparmi per 4 milioni e 600mila euro

Pubblicato il 10 Aprile 2013 19:05 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2013 19:10

Pietro Grasso

ROMA – Altri tagli in Senato. Dopo la riduzione del 50% della dotazione del presidente Grasso, i nuovi tagli consentiranno un risparmio di oltre 4 milioni. Il consiglio di presidenza del Senato ha deciso all’unanimità tagli che, sommati alla riduzione del 50% della dotazione del presidente Pietro Grasso, comporteranno una riduzione della spesa complessiva di circa 4 milioni e 600mila euro l’anno pari ad un decremento del 32% degli stanziamenti previsti. Lo comunica una nota di Palazzo Madama.

”Riduzione dell’indennità di carica e della dotazione economica per la segreteria, dimezzamento del contributo per le attività di rappresentanza e soppressione del rimborso delle spese di telefonia per i componenti del Consiglio di Presidenza e per i Presidenti di Commissione”. Sono queste, secondo quanto si legge nel comunicato di Palazzo Madama, ”le misure adottate oggi, all’unanimità, dal Consiglio di Presidenza del Senato”. ”Tali interventi – si sottolinea – che si aggiungono alle decisioni già assunte dal Presidente Grasso in relazione alla sua dotazione ridotta del 50%, comporteranno una riduzione della spesa complessiva di circa 4 milioni e 600 mila euro circa all’anno, pari ad un decurtamento del 32% degli stanziamenti previsti per tali voci. Prosegue così l’azione di revisione del bilancio del Senato nell’ottica di una attenta e rigorosa gestione delle spese, nel rispetto dell’efficienza, della funzionalità e del prestigio dell’Istituzione”.