Senato. Zanda (Pd): “Bloccate sei intese con confessioni religiose”

Pubblicato il 17 maggio 2011 19:30 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2011 19:30

ROMA – “Oggi in Senato, nel corso della riunione dei capigruppo, il Partito Democratico ha ribadito, ancora una volta con forza, la necessità di ratificare con la massima urgenza le Intese tra lo Stato italiano e sei differenti confessioni religiose professate da circa 2 milioni di cittadini”. È quanto dichiara il vicepresidente dei senatori del Partito Democratico Luigi Zanda al termine della capigruppo di oggi a Palazzo Madama riguardo la ratifica delle Intese fra lo Stato italiano e la Chiesa Apostolica, la Chiesa dei mormoni, la Congregazione dei testimoni di Geova, l’Arcidiocesi ortodossa, l’Unione buddista e l’Unione induista.

“La Costituzione italiana – spiega Zanda – garantisce a tutti il diritto assoluto di libertà religiosa ed è quindi incomprensibile che la ratifica di sei Intese con importanti confessioni religiose, già approvate dal Governo, sia ferma da un anno in Commissione Affari Costituzionali del Senato senza che vi sia una sola ragione di questo stallo”.

“In una democrazia – conclude il vicepresidente dei senatori del PD – le discriminazioni sono sempre inaccettabili. Diventano odiose quando riguardano la libertà religiosa”.