Severino: “Carceri di Asinara e Pianosa? Possibile la riapertura”

Pubblicato il 20 Marzo 2012 15:50 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2015 20:04

ROMA – ”Occorre compiere una approfondita riflessione sull’opportunita’ di riaprire, previa idonea ristrutturazione, gli istituti presenti nelle isole di Asinara e soprattutto Pianosa”. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Paola Severino, durante l’audizione in commissione parlamentare antimafia. Parlando di Pianosa il ministro ha aggiunto che ”per la sua dimensione e configurazione strutturale si presta al contempo ad accogliere un elevato numero di ristretti e a garantire tra gli stessi la massima separazione, nel rispetto rigoroso dei diritti alla socialita”’.

Dopo aver quindi ribadito la necessita’ di una ristrutturazione che comporterebbe dei costi elevati il ministro ha concluso dicendo che ”se si riuscisse a sostenere le spese si potrebbe pensare alla riapertura”. Nel caso in cui venissero riaperte, le due carceri ospiterebbero i detenuti di mafia al 41 bis: e’ la stessa norma a indicare una ‘preferenza’ per istituti ”collocati preferibilmente in aree insulari”.  Il ministro ha aggiunto che, riguardo il 41 bis, ”sono in fase di avanzata realizzazione nuovi istituti a Cagliari e a Sassari che in parte saranno destinati a tale scopo”, mentre su Asinara e Pianosa, prima di tutto serve  ”una valutazione sui costi di ristrutturazione”.