Severino: “Dl carceri esce accresciuto, spero che la Camera lo accetti”

Pubblicato il 25 Gennaio 2012 21:21 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2012 21:31

ROMA, 25 GEN – ''Non so se 'soddisfatta' sia la parola corretta. Certo abbiamo portato a compimento un buon lavoro e il decreto che esce dal Senato e' accresciuto nella sua portata, non e' certo stato depotenziato''.

Cosi' il ministro della Giustizia, Paola Severino risponde ai cronisti che le chiedono di commentare l'approvazione del dl sul sovraffollamento nelle carceri che non ha avuto un iter facile al Senato, vista la delicatezza della materia. ''L'intero impianto del provvedimento e' stato vagliato in commissione ora attendo il lavoro della Camera'' aggiunge il ministro.

Sulla possibilita' che per mancanza di tempi, visto che il decreto va convertito entro il 20 febbraio, il governo ponga la fiducia alla Camera per evitare che torni al Senato, Severino osserva che ''in fondo c'e' ancora tutto un mese''. ''Provero' in tutti i modi di evitare questo istituto perche' credo che il dibattito sia importante. Il mio obiettivo principale – conclude – e' che anche la Camera condivida il testo del Senato''.