Sgarbi e il partito della Rivoluzione. Attacca Grillo: “Non ho ucciso nessuno”

Pubblicato il 15 luglio 2012 13:52 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2012 13:57
sgarbi

Vittorio Sgarbi (LaPresse)

ROMA – Vittorio Sgarbi lancia il Partito della Rivoluzione e in conferenza stampa prende di mira Beppe Grillo. “Lo conosco da una vita. Me lo ricordo quando faceva la corte a mia sorella. Si muoveva con una Porsche”.

E ancora: “Almeno io” parlando di un incidente stradale che sarebbe costato all’attuale leader del Movimento 5 stelle una condanna per omicidio colposo nel 1980, “non ho ucciso nessuno. Non guido la macchina”.

Lo racconta il Corriere della Sera.

Nel programma ci sono «l’istituzione del ministero del Tesoro dei Beni culturali» e un ventaglio di riforme che parte dall’«abolizione delle regioni». Il critico d’arte sogna la disgregazione di «Pd e Pdl», teorizza che «Maroni è peggio di Bossi» e che «in zucca Grillo non ha un’idea».