Sicilia fissa tetto stipendi e pensioni d’oro: 160mila € lordi fino al 2016

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Maggio 2014 0:01 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2014 0:01
Sicilia fissa tetto stipendi e pensioni d'oro: 160mila € lordi fino al 2016

Sicilia fissa tetto stipendi e pensioni d’oro: 160mila € lordi fino al 2016

PALERMO – Il tetto agli stipendi dei burocrati della Regione Sicilia e degli enti è stato fissato a 160mila euro lordi. L’Assemblea regionale siciliana il 28 maggio ha approvato l’emendamento che limita il guadagno dei manager.

La norma, che entra in vigore dal 1° luglio 2014 e vi resterà fino al 31 dicembre 2016 colpirà anche gli  le pensioni d’oro degli ex dipendenti della Regione Sicilia. Secondo alcuni parlamentari, tuttavia, aver previsto il principio della retroattività potrebbe portare a una impugnativa da parte del commissario dello Stato. .

Il tetto a stipendi e pensioni d’oro non riguarda il personale del Parlamento regionale, anche se il governo Crocetta avrebbe voluto estenderlo anche ai dipendenti dell’Ars, prevedendo un risparmio di 15 milioni già quest’anno. Poi il dietrofront, alla luce delle prerogative rivendicate dall’Assemblea in tema di retribuzione del proprio personale, materia che compete al Consiglio di presidenza.

Sul trattamento economico dei dipendenti dell’Ars è in corso un confronto tra il questore Paolo Ruggirello, delegato dall’ufficio di Presidenza, e le organizzazioni sindacali del personale del Parlamento. Venerdì 30 maggio le parti si ritroveranno attorno al tavolo, la proposta poi sarà presentata alla stampa mercoledì 3 giugno.

Giovanni Ardizzone, presidente dell’Ars, ha commentato:

“Tutti noi siamo consapevoli che come è stato fatto per i parlamentari, anche per il personale occorre una riduzione delle retribuzioni”.