Sicilia: Massimo Russo, il vice presidente e assessore alla Sanità annuncia le dimissioni

Pubblicato il 30 agosto 2012 0:26 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2012 0:45
Massimo Russo (Ansa)

Massimo Russo (Ansa)

PALERMO  – Il vice presidente e assessore alla Salute della Regione Siciliana Massimo Russo, il magistrato antimafia chiamato dal presidente Raffaele Lombardo alla guida dell’assessorato alla Salute in qualità di ”tecnico’, ha annunciato la sua intenzione di dimettersi. ”Considero questa mia esperienza definitivamente conclusa  la settimana prossima provvederò a formalizzare le mie dimissioni”. Russo fu chiamato da Raffaele Lombardo fin dal suo primo governo: il magistrato si è impegnato nella difficile opera di ripianare il deficit della Sanità attraverso un piano di rientro e una riforma che è stata molto osteggiata. Negli ultimi giorni Russo, che chiederà al Csm di rientrare in magistratura, aveva mostrato di non condividere la scelta di Lombardo circa il sostegno degli autonomisti prima alla candidatura a presidente della Regione di Nello Musumeci e poi di Gianfranco Micciché.Sono una persona seria e coerente, che ha servito la Sicilia, ma oggi non ci sono più le condizioni. In questi giorni ho assistito a un impazzimento della politica che non condivido: per questo ho deciso di lasciare la poltrona e di tornare a fare il magistrato”.