Sicilia, Pd rompe con Crocetta: assessori verso le dimissioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2013 20:38 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2013 20:51
Sicilia, Pd rompe con Crocetta. Assessori democratici si dimettono

Rosario Crocetta (Foto Lapresse)

PALERMO – Il Pd ritira il sostegno in Sicilia al governo di Rosario Crocetta. La direzione ha votato a maggioranza la relazione del segretario regionale Giuseppe Lupo: soltanto sette i voti contrari. Con questo voto, il partito chiede ai quattro assessori che lo rappresentano in giunta di dimettersi. Si tratta di Luca Bianchi (Economia), Nelli Scilabra (Formazione), Mariella Lobello (Ambiente) e Nino Bartolotta (Infratrutture). Chi non lo farà resterà nella giunta Crocetta a titolo personale e sarà deferito ai garanti del partito.

Nel corso della direzione regionale, tenutasi lunedì pomeriggio a Palermo, il segretario regionale democratico Giuseppe Lupo è stato chiaro: “Prendiamo atto che il presidente della Regione ad avere preso le distanze dal Pd, e questo ci dispiace molto”. Lupo si riferisce al fatto che nonostante le richieste di un rimpasto di governo avanzate dai democratici, con l’inserimento di rappresentati politici, il governatore ha rifiutato la proposta rispedendola al mittente.

Crocetta, dopo la rottura con il Movimento 5 Stelle, viene ora messo alla porta dal suo stesso Pd. Nel suo intervento in direzione, il segretario Lupo parla di approccio “volgare” al tema del rimpasto da parte del governatore: “Ne ha fatto una questione di poltrone, l’ha buttata in rissa, ma non abbiamo mai fatto n nomi né numeri; abbiamo solo esposto la necessità di un rafforzamento politico. Finora siamo stati esclusi da diverse decisioni molto importanti. E’ inconcepibile”.

In casa democratica non hanno comunque per nulla intenzione di fare passi indietro rispetto alla richiesta di un cambio della squadra di governo. Gli assessori in quota Pd lasceranno la squadra di governo e si profila la strada del sostegno selettivo: “Il Partito democratico ha il diritto di governare la Sicilia perché ha vinto le elezioni  –  dice Lupo  –  non andremo all’opposizione, questo deve essere chiaro. Ma se Crocetta non aprirà alle nostre richieste, fatte per rafforzare il governo, se ne prenderà la responsabilità: se per lui questa è la migliore giunta dal Dopoguerra, cosa che suscita evidenti ironie, vada per la sua strada”.

“Noi non staremo al suo fianco – ha concluso – e all’Ars voteremo solo i provvedimenti che ci sembrano utili per la Sicilia e faremo le nostre scelte indipendentemente dalla proposte degli assessori”.