Sicurezza/ Alemanno polemico con chi critica il decreto di Maroni: “Tanta retorica sulla legge. Ci saranno volontari, non ronde”

Pubblicato il 14 Agosto 2009 19:35 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2009 21:18
RO240709POL_0022

Gianni Alemanno, sindaco di Roma

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno difende il decreto sicurezza voluto dal ministro dell’Interno Roberto Maroni. «È sbagliata la retorica costruita sul decreto, non la legge in sè», ha detto il primo cittadino della capitale.

«Nella legge si parla di associazione di osservatori volontari, non di ronde. A New York esistono da 20 anni», ha spiegato Alemanno, dal palco di Cortina InConTra. «È una delle forme di volontariato di cui le nostre città hanno bisogno. Purtroppo una parte della Lega ci tiene a dare una connotazione che evoca la giustizia fai da te e bisogna evitarlo perchè altrimenti troviamo i nostri elenchi pieni di persone che pensano di fare lo sceriffo».

Alemanno ha continuato: «Applicherò il decreto Maroni con il prefetto, le persone che fanno questo tipo di volontariato devono essere anche coinvolte nel volontariato sociale, in modo che questo dato di socialità e controllo del territorio siano strettamente collegati e a nessuno viene in mente di fare gli sceriffi».