Simone Pillon, gaffe sul Pride: scambia il fumetto di Dio Brando per una foto blasfema

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Luglio 2019 15:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2019 15:53
Simone Pillon, gaffe sul Pride: scambia il fumetto di Dio Brando per una foto blasfema

Simone Pillon, gaffe sul Pride: scambia il fumetto di Dio Brando per una foto blasfema (Foto Facebook)

ROMA – Il senatore leghista Simone Pillon, organizzatore del Family Day, bolla come “blasfemo” un cartellone apparso ad un Gay Pride. Ma molti utenti sul web replicano: nessuna blasfemia. Il Dio del cartellone è il protagonista di un cartone animato giapponese. 

Al centro del dibattito social un’immagine di Dio Brando, personaggio di fantasia del manga Le bizzarre avventure di JoJo nato dalla matita di Hirohiko Araki e così chiamato dal cantante Ronnie James Dio e dall’attore Marlon Brando. Dio Brando ha una sessualità discussa, e probabilmente anche per questo la sua immagine è stata utilizzata al Pride.

Pillon, però, evidentemente non ha colto la sfumatura e ha bollato l’immagine come blasfema: “Immagini disgustose che arrivano direttamente dai Pride. Bestemmie e blasfemie di ogni tipo contro i cristiani. Prego per queste povere persone, ingannate da un’ideologia che le rende accecate dall’odio. Provo pena e vergogna per tutti quei comuni di sinistra che concedono patrocini (e pure soldi pubblici) ad abomini di questo genere”, ha scritto su Facebook. 

 

Un utente ha fatto notare l’errore: “Non fa riferimento al dio cristiano ma a un personaggio di un cartone animato che si chiama dio ed è raffigurato nell’immagine”. E qualcun altro ha pensato di buttare un po’ d’acqua sul fuoco della polemica con una battuta: “Se avrete abbastanza fede interverrà dio con il suo stand: Za Wārudo”. (Fonte: Facebook)