Sindaco di Macherio criticò la Lega, il Carroccio chiede sanzioni

Pubblicato il 20 ottobre 2011 17:17 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 18:05

MACHERIO (MONZA) – Il direttivo della sezione di Macherio ha deciso all'unanimita' di inoltrare alla segreteria provinciale della Lega Nord la richiesta di provvedimenti disciplinari nei confronti del sindaco Giancarlo Porta che il 29 settembre aveva scritto una lettera al direttore del Corriere della Sera per criticare la politica del Carroccio dopo il caso Milanese, e per le sue prese di posizione contro il sindaco di Adro (Brescia) che aveva fatto apporre alla scuola il simbolo del Sole delle Alpi.

''La sezione della Lega Nord di Macherio – e' scritto in una nota – si dissocia dagli attacchi piu' o meno velati che Giancarlo Porta effettua nei confronti del segretario federale Umberto Bossi rimarcando l'allineamento alla linea politica della Lega Nord e del suo segretario. Definisce non corretto l'atteggiamento di divulgazione alla stampa da parte del porta di circolari interne al movimento di natura politico-strategica, dettate dalla segreteria federale''.

I leghisti di Macherio, contro il sindaco, hanno sottolineato di riconoscersi nell'attivita' ''di sensibilizzazione e di denuncia dell'europarlamentare Mario Borghezio effettuata da diversi anni sulle problematiche inerenti i terroristi islamici, insediati non solo a Macherio e in Brianza, ma su tutto il territorio nazionale''.

Secondo i leghisti le prese di posizione del sindaco sono dovute al desiderio di visibilita' e, ricordando gli incarichi ricoperti, comprese le remunerazioni, hanno affermato: ''Si ritiene che il movimento politico della lega abbia abbondantemente gratificato Giancarlo Porta''.