Sondaggi di Porta a Porta: giù Pdl e Pd, va su la Lega

Pubblicato il 14 Settembre 2010 18:29 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2010 19:44
berlusconi

Silvio Berlusconi

Pdl e Pd in calo, Lega e Italia dei Valori in ascesa, Udc stabile, incerto il risultato dei finiani, boom dei partiti minori. E’ questa la fotografia che emerge da una batteria di sondaggi commissionati da Porta a Porta, in occasione della riapertura del talk show, a tre istituti di ricerca: Crespi ricerche, Euromedia (l’istituto di riferimento di Berlusconi diretto da Alessandra Ghisleri) e dall’Ispo di Renato Mannheimer. Secondo i sondaggi, se si votasse domani, il Pdl perderebbe tra i cinque e i sette punti rispetto al 37 per cento del 2008, e anche il Pd arretrerebbe tra gli otto e i nove punti rispetto al 33 per cento ottenuto alle politiche.

Andrebbe bene alla Lega nord con un incremento tra i tre e i cinque punti rispetto all’otto per cento del 2008. Quanto alla fiducia per i leader, i sondaggi si dividono: per l’Ispo Fini batte Berlusconi per un punto, per Euromedia tra i due leader ci sono trenta punti di differenza (a vantaggio di Berlusconi) per Crespi il premier batte il presidente della Camera di due punti.

Ecco i dati dei sondaggi. Notare che Euromedia, l’istituto vicino a Berlusconi, dia dei risultati molto “favorevoli”, anche al di sopra di quanto non facciano gli altri due istituti, per Pdl e Berlusconi e “poco favorevoli” per la compagine politica di Fini. Ma vediamo nel dettaglio.

INTENZIONI DI VOTO
Crespi – Euromedia – Ispo
Pdl 30 – 32 – 30,7
Lega 12,3 – 13,2 – 11,5
Fli 6,9 – 3,9 – 7,2
Pd 24,6 – 25 – 25,7
Idv 6,5 – 7,9 – 5,5
Udc 6,5 – 5,9 – 5,9
Altri 13,2 – 12,1 – 13,5

FIDUCIA NEI LEADER
Berlusconi 45 – 60,2 – 46
Bossi 30 – 35,3 – 32
Fini 43 – 31,7 – 47
Bersani 25  – 37,6 – 44
Di Pietro 30 – 28 – 31
Casini 32 – 30,7 –  44