Sondaggio: un partito del premier Conte oggi prenderebbe il 12%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 giugno 2019 12:06 | Ultimo aggiornamento: 6 giugno 2019 12:06
Sondaggio: un partito del premier Conte oggi prenderebbe il 12%

Sondaggio: un partito del premier Conte oggi prenderebbe il 12%

ROMA – L’ultimatum a social unificati lanciato dal premier Giuseppe Conte all’indirizzo dei suoi due ingombranti vice sembra aver sortito almeno un successo personale: non che le sorti del governo siano oggi passate di mano, ma un sondaggio dedicato registra un 12% di consensi nell’eventualità che in caso di crisi e nuove elezioni l’ex avvocato chiamato a dirigere la strana alleanza Lega-M5S decida di farsi un partito a suo nome.

Non sarebbe poco il 12% registrato dal sondaggio realizzato da Noto sondaggi per il programma Carta Bianca su Rai Tre. La rilevazione specifica come il 7% di quel gruzzolo arriverebbe da elettori grillini, il 3% dal Pd e il resto da altre forze politiche. 

“Ha contribuito all’idea del ‘partito di Conte’ – spiega Antonio Noto a Quotidiano.net – l’inconsueta conferenza agli italiani. Un canale di comunicazione un po’, come dire, ‘strano’. Da una parte per parlare a suocera e nuora, cioè ai due alleati di governo. Dall’altra per dare un significato chiaro della sua azione politica agli italiani: io non sono attore passivo rispetto alla forza dirompente di Salvini, ma attivo. Dico la mia. Il che potrebbe tradursi con una idea di fare un partito in proprio”.

5 x 1000

Siamo al “what if” inglese, al “cosa succederebbe se” degli scenari politici futuri. In questo caso, però, suffragato da qualche rumors che si sta intensificando: secondo l’agenzia Dire, “una lista, anzi, un partito del presidente Conte c’è già […] ha già un nutrito esercito di contiani, pronti a seguirlo se, in caso di elezioni anticipate, vorrà affrontare la sfida della candidatura in prima persona”. (fonte Rai 3)