Sondaggio Demos, Lega sotto al 30%. Salvini battuto da “effetto Sardine”: giovani pronti a votarle

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 8 Dicembre 2019 10:01 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2019 14:49
Lega sotto al 30% per effetto Sardine: il sondaggio Demos

Matteo Salvini diventa uno delle Sardine (Foto ANSA)

ROMA – L’effetto Sardine pesa sulla Lega e su tutti gli altri partiti. Matteo Salvini nel sondaggio Demos per Repubblica scende sotto al 30% per la prima volta dopo mesi. Se le Sardine diventassero un partito, secondo il sondaggio, i voti di giovanissimi e giovani elettori delusi andrebbero a loro. Non solo dai delusi di Pd e M5s, ma anche gli elettori di Forza Italia sarebbero tentati, tanto che la stessa Francesca Pascale si è detta pronta a scendere in piazza con loro.

Secondo il sondaggio pubblicato da Repubblica, il Pd resta al 18.7% mentre M5s scivola al 18.1%. Italia Viva è a meno del 4% e per la prima volta dopo mesi, la Lega di Salvini scende sotto al 30%, anche se rimane nelle preferenze il primo partito. Rispetto a novembre, la Lega perde lo 0.7% attestandosi nel sondaggio di dicembre al 29.5%. Sale invece Fratelli D’Italia, che tocca il 13.5%, mentre Forza Italia si ferma al 6.5%.

A pesare su questo calo per Salvini è “l’effetto Sardine”, il movimento nato nella piazza di Bologna che sembra aver conquistato soprattutto i giovani. Nel sondaggio Demos infatti il 54% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni si dichiara pronto a votare un eventuale partito delle Sardine, mentre per i giovani tra i 25 e i 34 anni il possibile voto è al 39%.

Il movimento raccoglie soprattutto gli elettori delusi del Pd, per il 47%, ma la tentazione è forte anche tra il 24% degli elettori di Forza Italia e il 15% di quelli della Lega. Non mancano simpatie alle Sardine nemmeno da M5s, con un quinto degli elettori che si dichiara a favore. 

Ma perché tanto successo? Per Ilvo Damanti, come scrive Repubblica, “rivelano una domanda e un ‘vuoto’ di rappresentanza di proporzioni ampie. Soprattutto fra i giovani e i giovani-adulti. I settori socio-demografici che di-mostrano il coinvolgimento più elevato. Il 4% della popolazione, infatti, afferma di aver partecipato alle manifestazioni delle Sardine. Ma questa componente sale fra i più giovani (fino a 24 anni) e raddoppia fra i giovani-adulti (fino a 34)”.

Damanti poi conclude: “È interessante osservare come vi sia un’area molto più ampia, superiore al 40%, che si dice favorevole a queste mobilitazioni. Ma, soprattutto, un quarto della popolazione intervistata sostiene che, se le Sardine “scendessero in campo”, prenderebbero in seria considerazione la possibilità di votare per loro”. Salvini è avvisato e anche tutti gli altri. (Fonte Repubblica)