Sondaggio Emg, centrodestra e centrosinistra pari. Ago della bilancia? Il terzo polo

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 20:54 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 20:56

Per la prima volta centrodestra e centrosinistra sono a pari merito. Secondo un sondaggio effettuato da Emg per il Tg de La7, se si andasse a votare adesso i due principali schieramenti otterrebbero la stessa percentuale di voti: 39,9%.

Stando ai dati del rilevamento, da una parte Pdl e Lega si attestano rispettivamente al 28,2% (in calo dello 0,3%) e all’11,7% (in calo dello 0,2%). Sull’altra sponda perde terreno solo l’Italia dei Valori (-0,4%), che ora sarebbe al 5,2%. In compenso, sia Pd che Sinistra Ecologia e Libertà sono in crescita: i democratici otterrebbero il 25% delle preferenze (+0,2%). Il partito di Nichi Vendola è quello con la crescita più rilevante: un +0,6% che lo farebbe balzare direttamente a quota 7,9%. Il centrodestra manterrebbe un piccolo vantaggio se dovesse portare al proprio mulino l’1,2% de La Destra di Storace.

Considerato che pensa di astenersi il 24,4% degli elettori, l’ago della bilancia potrebbe essere il cosiddetto terzo polo. Fli, Udc e Api “strapperebbero” alle due coalizioni il 14,5% dei consensi. Questa ipotetica alleanza risulterebbe decisiva soprattutto al Senato.

Ma c’è un ulteriore “fattore x” che spariglierebbe le carte in tavola: si tratta di Luca Cordero di Montezemolo. Se il presidente della Ferrari decidesse veramente di scendere nell’arena politica, potrebbe portare in dote il 7,5% di voti. Bisognerebbe però vedere se ne porterebbe via più a destra o a sinistra.