Sondaggio Emg: il Pd supera il Pdl di 5 punti e rosicchia voti a Vendola

Pubblicato il 12 Dicembre 2011 20:41 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2011 20:41

urna voto elezioniROMA – Il Pd sale nei sondaggi e supera il Pdl di cinque punti, rosicchiando voti sia al partito di Berlusconi sia a Sel di Nichi Vendola. Questi i risultati del sondaggio di Emg per La7. Secondo i dati di questa settimana il Pdl si sgonfia, “reo” di aver appoggiato solo in parte il governo di Mario Monti: perde lo 0,7 % in appena sette giorni scendendo al 24,7% di consensi, mentre il partito di Bersani guadagna lo 0,6% arrivando a 29,4%. Lo stesso 0,6 che guadagnano i Democratici lo perde il partito di Vendola che scende al 6,1%. A fronte di queste novità si amplia la fetta degli italiani che si asterrebbero dal voto: cresce insomma il popolo dell’antipolitica. La percentuale degli astenuti infatti sale al 31,3% e le schede bianche al 2,5%.

Le perdite in casa del centrodestra si fanno sentire anche per la Lega che cede 0,2 punti percentuali scendendo al 9%, mentre la Destra rimane stabile all’1,3%. Si ferma anche l’avanzata del Terzo Polo: l’Udc continua a perdere punti passando dall’1,7% della scorsa settimana al 6,9 di questa. Anche Fli perde passando dal 4,4% al 4,2 mentre l’Api rimane stabile.

A sinistra il grande exploit del Pd, che sale al 29,4%, danneggia Sel che perde quel che i Democrat guadagnano. La motivazione più plausibile è l’appoggio al governo Monti, a cui gli italiani danno ancora molto credito. Il partito di Bersani, pur con qualche distinguo, si è mostrato collaborativo con il nuovo ministro, a differenza di Vendola che ha da subito imboccato la strada della critica. E questa politica, oltre alla poco visibilità che ha ultimamento Sel, hanno fatto molto male al partito guidato dal governatore pugliese. Insieme a lui comunque perdono voti anche Di Pietro, con un Idv che perde lo 0,2%, i Socialisti, che perdono l’1,3% e anche il movimento di Beppe Grillo che scende al 3,4%.