Sondaggio: con Monti guadagnano solo Pdl e Pd

Pubblicato il 5 Dicembre 2011 20:44 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2011 20:44

ROMA – Il governo tecnico fa aumentare la quota di chi si asterrebbe in caso di eventuale voto ma in compenso fa aumentare di qualche decimo di punto percentuale i grandi partiti, Pdl e Pd. Questo fotografano i numeri del sondaggio del lunedì del Tg di La7.

Il Pdl in una settimana guadagna lo 0,5% passando dal 24,9 al 25,4. La Lega aumenta leggermente passando dal 9,2 al 9,4%, la Destra di Storace cala dall’1,3 all’1,1% mentre il Grande Sud resta stabile allo 0,6%.

Al centro timidi movimenti al ribasso. L’Udc di Casini passa dal 7,1 al 6,9%, Fli dal 4,4 al 4,3% mentre l’Api di Rutelli passa dall’1 allo 0,8%.

A sinistra guadagna solo il Pd che passa dal 28,4 al 28,8% in sette giorni. L’Idv invece perde consensi di uno 0,5%: cala dal 6,7 al 6,2. Sel passa dal 6,6 al 6,7% e la Federazione della sinistra passa dall’1,7 all’1,4%. I Radicali, Lista Bonino-Pannella, vanno dallo 0,5 allo 0,7% mentre Grillo cala leggermente dal 3,6 al 3,3%.

Consistente il popolo degli astenuti che ad oggi sono il “partito” più consistente con il 29,8%. Gli indecisi sono al 18,1% mentre chi consegnerebbe scheda bianca è il 2,3%.