Sondaggio Mes, Italia non capisce ma a naso meglio Conte (41%) che Salvini (24%)

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 5 Dicembre 2019 9:42 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2019 9:42
Sondaggio Mes, Italia non capisce ma a naso meglio Giuseppe Conte (41%) che Matteo Salvini (24%)

Nella foto Ansa, Salvini e Conte quando si volevano ancora bene

ROMA – Sondaggio Mes, sondaggio sul Meccanismo Stabilità Europeo, anche impropriamente detto Fondo Salva Stati. Ci vuole coraggio professionale per tentare un sondaggio sul Mes, occorre una certa temerarietà per sondare cosa ne pensino gli italiani del MeS, cioè di una cosa sostanzialmente ignota agli italiani, compresi la gran parte di quelli eletti in Parlamento. Coraggio e temerarietà che però Ipsos di Nando Pagnoncelli ha avuto.

Coraggio e temerarietà da parte di chi domanda perché le risposte degli italiani sul Mes saranno per forza di cose non sul Mes ma sulle parole, anche grosse, volate intorno al Mes. Minaccia ai conti correnti degli italiani (Meloni). Tradimento degli italiani da parte di Conte e svendita dei loro risparmi per conservare la poltrona di premier (Salvini). Autorizzare il prelievo dei risparmi italiani per darli alle banche tedesche (ancora Meloni).

Oppure: una riforma da farsi ma decidiamo noi come e quando (Di Maio). Oppure: un Fondo, un Meccanismo di cassa comune tra Stati che esiste dal 2012 e che ora va a collegarsi con le garanzie comuni, anche per i correntisti, del sistema bancario (Gualtieri ministro o Gentiloni commissario Ue).

Non sapendo di cosa si tratta davvero (e nessuno si prende davvero la briga di spiegarlo, occorrerebbe spiegare troppe cose che ormai da anni e anni non si spiegano più) e non sentendo grande bisogno di saperee far la fatica di capire, le risposte degli italiani sono a naso e a vento. Ne è consapevole chi fa il sondaggio e anche chi ne è oggetto, infatti il 35 per cento risponde a domanda con un franco, sincero, stimabile: che ne so? Il 35 per cento, che non è percentuale usuale in un paese dove tutti hanno un’opinione su tutto, ammette che non sa e sul Mes non si pronuncia.

E gli altri, il 65 per cento degli italiani che invece un’idea ce l’ha, quale idea ha e soprattutto come se l’è fatta questa idea sul Mes e dintorni? Se l’è fatta l’idea appunto a naso e a vento. Ha sentito spirare un forte vento di apocalisse, i conti correnti saccheggiati, le banche tedesche, la patria tradita…E a naso (spiegano anche quelli di Ipsos) ha sentito che era vento di chiacchiera, troppa. Troppa apocalisse in arrivo per fidarsi che arrivi davvero. Quindi la patria e i portafogli in procinto di essere saccheggiati dallo straniero se si firma il Mes hanno convinto del tutto il 24 per cento degli italiani. Poco, pochissimo se si paragona alle percentuali di voto potenziali per Lega e Fratelli d’Italia. Ma, secondo sondaggio, stavolta  Salvini e Meloni hanno esagerato, o meglio hanno sbagliato il tono, e quindi 24 per cento con loro e contro la firma italiana al Mes.

I più di coloro che si sono espressi, il 41 per cento del totale, sono andati anch’essi a naso e a vento. A naso hanno percepito che una cassa comune europea per chi va in difficoltà non può essere una rapina, a naso hanno percepito che rifiutarsi di partecipare ad una cassa comune per l’Italia non può essere un grande affare, a naso hanno percepito che mandare a quel paese il Fondo europeo salva paesi non conviene. E quindi hanno messo la vela della loro opinione ad altro vento. Non quello di Salvini ma quello di Conte. facciamo come dice Salvini 24%, lasciamo fare a Conte 41%, non so che dire 35%. Questo il risultato del sondaggio Ipsos. (Fonte: Corriere della Sera).