Sondaggio Emg, chi sarà il prossimo premier? Il 19% vuole Monti, il 13% Renzi

Pubblicato il 1 ottobre 2012 20:19 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2012 20:28
Matteo Renzi

Matteo Renzi (LaPresse)

ROMA – Nonostante Mario Monti abbia fatto un leggero passo indietro dicendo “lasceremo il governo ad altri”, gli italiani lo vogliono come premier: almeno, secondo il sondaggio Emg per La7, il 19% degli italiani vorrebbe un nuovo governo con a capo Monti. Ma quello che sorprende è che a seguire a breve raggio Monti nelle preferenze degli italiani c’è il “rottamatore” Matteo Renzi, che conquista il 13% delle preferenze. E il Movimento 5 Stelle è l’unico partito a crescere nei consensi.

Tra i politici che gli italiani vorrebbero come prossimo premier seguono a breve distanza Monti e Renzi, Silvio Berlusconi e Pier Luigi Bersani alla stessa quota: entrambi ottengono l’11% di preferenze di italiani che li vorrebbero come premier del prossimo governo italiano.

Dietro, la distanza aumenta: Beppe Grillo premier racimola il 5% delle preferenze, seguono a pari merito Nichi Vendola e Antonio Di Pietro con il 4% e, sorpresa, chiudono la lista con appena il 3% delle preferenze il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, quello di Fli Gianfranco Fini e il segretario del Pdl Angelino Alfano. Il sondaggio sembra oltretutto smentire quanti sostenevano nei giorni scorsi che “tecnici” come Luca Cordero di Montezemolo e Emma Marcegaglia avrebbero larghi consensi: nel sondaggio Emg entrambi si attestano sull’1% delle preferenze.

I risultati del sondaggio per quanto riguarda i partiti confermano l’andamento “anti-Casta” della corsa a Palazzo Chigi. A guadagnare in modo sensibile è solo il Movimento 5 Stelle, salito al 16,7% (+2,3% rispetto a una settimana fa). Il Pd resta il primo partito col 25,8% (+0,1%) davanti al Pdl (al 19.3, -0,7%). Perdono qualcosa Udc (al 6.5, -0,4%) e Sel (5.8%, -0,6), cresce leggermente la Lega Nord col 5.7% (+0,3) davanti all’Italia dei Valori (4.5%, -0,6). Staccati e a rischio sbarramento Federazione della Sinistra (2,3%, -0,2), La Destra (2,3%, -0.3) e Futuro e Libertà (2,3%, +0,2). In crescita costante, e crisi, soltanto indecisi (15.6%, +0,3) e astenuti: con il loro 33,1% (+0,6) sono ancora una volta, e di gran lunga, il primo partito italiano.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other