Primarie Pdl, Giornale: “Flop, solo 250mila al voto”. Ecco i candidati

Pubblicato il 12 Novembre 2012 12:00 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2012 12:38
Sondaggio Primarie Pdl, Giornale: “Flop”. Alfano fiducioso, Cichitto: “Bufala” (Foto LaPresse)

ROMA – Il Pdl si prepara alle primarie con Angelino Alfano che ha annunciato il cambio del simbolo e del nome del partito “verso un nuovo traguardo”. Ma proprio le primarie divengono il bersaglio di un articolo del Giornale, scrive Repubblica, che pubblica domenica 11 novembre un sondaggio dal sapore di “condanna”: “Affluenza bassa alle urne delle primarie, voteranno appena 244mila elettori.

Repubblica scrive che Alfano non ha perso tempo a replicare al sondaggio del Giornale, che Repubblica sottolinea appartenere alla famiglia di Silvio Berlusconi:

Infine replica a muso duro contro il sondaggio anti-primarie pubblicato dal Giornale (con ogni probabilità commissionato dallo stesso Cavaliere), secondo cui l’affluenza alle urne sarà bassa, appena 244mila elettori. “E’ una sfida che dobbiamo raccogliere – ha ribattuto Alfano – penso, però, che andranno a votare molte più persone di quelle che stima il sondaggio. Mettiamoci in cammino”. E a dimostrazione di quanto sia spaccato al suo interno il partito, in difesa di Alfano scende il campo il capogruppo dei deputati Pdl, Fabrizio Cicchitto, secondo il quale “quel sondaggio è una bufala”.

Le primarie del Pdl saranno quasi una battaglia. Il toto-candidati è iniziato e i nomi sono molti: Angelino Alfano è il favorito, poi Alessandra Mussolini, Giulio Tremonti, Giorgia Meloni, Daniela Santanché, Guido Crosetto, Giancarlo Gala e Maria Stella Gelmini. Questi i nomi in ordine di preferenze secondo il sondaggio Swg.

Nel sondaggio manca però il nome Gianpiero Samorì, che la sera di sabato 10 novembre si era ufficialmente candidato durante la trasmissione In Onda su La7.

L’avvocato-banchiere di Modena, “homo novus” del partito, ha cominciato la campagna attaccando direttamente Alfano e definendo “inadeguato” il suo programma.