berlusconi

Luglio amaro per Berlusconi, nei sondaggi crolla la fiducia nel premier

Silvio Berlusconi

Sondaggi impietosi per il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: la fiducia degli italiani nel premier è calata al 39%, il minimo storico da inizio legislatura. Ben lontano dal 50% del maggio 2009. Certo il sondaggio è commissionato da Repubblica, e si sa che opinione abbia Berlusconi del quotidiano, ma il numero è ugualmente impressionante e difficilmente minimizzabile.

A perdere fiducia, se si guarda il sondaggio nel dettaglio, sono soprattutto gli elettori moderati, stanchi di scandali, escort e dimissioni di ministri e sottosegretari indagati.

Calo generale di consenso anche per i ministri, ad eccezione di Roberto Maroni, titolare dell’Interno, e di Maurizio Sacconi, ministro del Welfare. Ma non va meglio negli altri partiti: la flessione più alta la sconta il Pdl (dal 40% al 35%), ma arranca anche Di Pietro (fiducia al 33%, -3 punti rispetto allo scorso mese), va male il Pd (32%, -2 punti) e cala anche Casini (31%, -1 punto). Calo contenuto anche per la Lega: perde due punti e si attesta al 30%.

To Top